Presentazione del Workshop


Il Workshop della Scuola di psicoterapia psicoanalitica della COIRAG coinvolge la totalità degli iscritti delle sue diverse Sedi nazionali ed è  un momento formativo  residenziale a carattere intensivo ed esperienziale basato sullattraversamento di differenti setting gruppali (piccoli gruppi, gruppi mediani, large-group, plenarie) analiticamente condotti ed orientati.

Obiettivo generale del Workshop è quello di aiutare lo psicoterapeuta in formazione a comprendere la struttura culturale del mondo che evolve: come e in quali direzioni si trasforma quel mondo nel quale prendono forma la psiche individuale, i legami relazionali, le aggregazioni e istituzioni sociali. Considerare il mentale come permeato (ma non  meccanicisticamente determinato) dal mondo sociale implica per la Psicoterapia la necessità  di un costante  e approfondito dialogo  con le discipline che indagano la Società ed i suoi mutamenti da vertici propri e irriducibili ad altre Scienze.

Il lavoro formativo proposto ha la finalità specifica di mettere in evidenza, attraverso l’analisi dei contenuti e delle dinamiche gruppali emergenti, i fenomeni socio-culturali che maggiormente incidono nella realtà contemporanea sullevoluzione e il funzionamento psicologico del soggetto, sulla struttura dei legami affettivi, familiari e sociali, e sullo stesso mandato professionale affidato allo psicoterapeuta. 

All’interno del dispositivo ciò che s’intende considerare come focus privilegiato è un aspetto a volte trascurato nella formazione dello psicoterapeuta: la capacità di lettura sociale del ruolo e delle dinamiche della clinica psicoterapeutica. Una “clinica” che è qui da intendersi sia sul versante delle trasformazioni della fenomenologia della sofferenza psicologica di individui, gruppi e istituzioni sia su quello del rapporto dello psicoterapeuta con la propria identità professionale e con il mandato sociale, spesso implicito,  ad essa sotteso.  A questo scopo il dispositivo formativo pone particolare attenzione alle modalità con cui lo psicoterapeuta (formatore e in formazione) sinserisce, nella dinamica tra inconscio individuale e inconscio collettivo, in che modo può cogliere e tenere insieme le zone d’ombra che abitano i luoghi del sociale e le stanze della terapia. Decisiva in questo senso è la capacità, che la struttura del lavoro del Workshop intensamente sollecita, di sviluppare, affinare ed esercitare la funzione analitica della mente nell’attraversamento dei diversi contesti.

Avendo, quindi, come tema generale il rapporto Psiche/Cultura/Società, il Workshop è da intendersi come un dispositivo a carattere laboratoriale strutturato per offrire la possibilità di cogliere le connessioni e le articolazioni tra tre campi distinti e costantemente interagenti: quello della Psiche (mondo interno, in parte inconscio, nella sua fondazione culturale-storica), il campo sociale (aspetti sociali, culturali e antropologici storicamente e geograficamente determinati e in continua evoluzione) e, infine,  il campo dinamico del qui e ora dell’esperienza stessa del Workshop (i temi, gli eventi, le dinamiche e gli emergenti del lavoro  del setting formativo nel suo complesso).

Il Progetto del Workshop si snoda a partire dal presupposto che sia possibile comprendere e descrivere il rapporto tra psiche e cultura e tra psicoterapia e società, attraverso l’analisi di quanto si svolge nel processo gruppale che il dispositivo permette di far emergere, osservare e rendere elaborabile.

In tale processo, dentro e fuori i momenti formalizzati di lavoro, molteplici gruppi con statuti e ruoli differenti sincontrano: le diverse Sedi nazionali della Scuola, le diverse annualità di corso, i diversi ruoli ricoperti dai partecipanti nella Scuola e nell’assetto formativo del Workshop (docenti/formatori e formandi), le diverse generazioni dei professionisti coinvolti, i diversi saperi, appartenenze associative e metodologie di lavoro in gruppo che ispirano  il taglio scientifico della COIRAG.

Tale processo gruppale, inoltre, in quanto appuntamento annuale regolare della Scuola si presta a rendere visibili e a connettere, attraverso una ritualità di passaggio, i tempi medi e lunghi della formazione alla psicoterapia: l’evolvere dell’identità professionale di ciascuno degli allievi e dei diversi gruppi (di classe e sede) attraverso i quattro anni di Corso e in rapporto ai colleghi/formatori di più lunga storia professionale.  

Questo vuole essere il Workshop della Scuola COIRAG: uno spazio collettivo, una Polis, capace di dare impulso ad una costruzione dialettica, plurale e condivisa del ruolo e dellidentità di psicoterapeuta. Una costruzione che non sia espressione di un passivo adattamento del singolo alla realtà istituzionale a cui aspira appartenere ma evento attivo, critico e creativo capace di generare un cambiamento co-evolutivo nella propria comunità professionale.