Osservatorio

Presentazione

L’Osservatorio è una redazione interna alla rivista Gruppi, formata da studenti Coirag e coordinato dalla Dr.ssa Alessandra Furin.
La redazione è nata con lo scopo di ampliare lo sguardo della rivista alle ricerche internazionali in materia di gruppi e permettere al tempo stesso ad apprendisti psicoterapeuti di poter scrivere articoli e recensioni su libri ed eventi.
Questi alcuni degli ambiti di attività dell’Osservatorio: esplorare la letteratura italiana e straniera sugli sviluppi scientifici della teoria, della tecnica, della clinica e della ricerca empirica dei gruppi, declinati nelle diverse accezioni e nei diversi contesti, e sui nuovi gruppi emergenti; favorire una curiosità verso la produzione scientifica internazionale; creare un pensiero critico attraverso la stesura di recensioni, editoriali, eventualmente traduzioni e ripubblicazioni di saggi di particolare valore.

Alessandra Furin

Coordinatrice del gruppo Osservatorio
Psicologa, psicoterapeuta individuale e di gruppo, diplomata in Coirag nel 2004. Fin dai primi anni di formazione si è interessata allo studio e al trattamento dei disturbi di personalità e delle patologie gravi, integrando l’approccio fenomenologia con quello psicoanalitico. Socia As.ve.gr.a e Coordinatrice del Comitato Scientifico di As.ve.gr.a Provider. Da qualche anno è una candidata della Società Psicoanalitica Italiana, dove i suoi interessi principali sono lo studio della temporalità, della rêverie e del trauma. In Coirag si è appassionata al gruppo, strumento che trova molto utile soprattutto per la formazione personale e per l’attraversamento dei propri confini personali, culturali e sociali. Fa parte di un gruppo a matrice gruppoanalitica di dreamtelling a cadenza mensile condotto da Robi Friedman. Infine è Student Member della GASi, la Società Gruppoanalitica Internazionale, coordinatrice della redazione e della sezione “Osservatorio” della Rivista Gruppi.

Matteo Albertinelli

Referente dell’Osservatorio per la comunicazione social
Cresciuto, come psicologo, all’interno dei servizi di salute mentale del padovano e del veneziano, dove si è occupato, in particolare, del trattamento di pazienti con disturbo di personalità. “Ho sempre avvertito un intimo interesse per l’approfondimento culturale, che è per me uno strumento per occuparmi della mia interiorità e di quella dell’altro”. Il desiderio di trovare un luogo in cui questa interiorità venisse quanto più possibile valorizzata lo ha spinto verso la professione privata.

Alessandra Malmesi

Referente dell’Osservatorio per la ricerca empirica sui gruppi
Psicologa psicoterapeuta individuale e di gruppo, si è diplomata in C.O.I.R.A.G. nel 2018. Dopo la laurea in psicologia conseguita all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, ha svolto un master di II livello in Criminologia Clinica e Psicopatologia Forense all’interno della medesima università. L’interesse per i disturbi di personalità la hanno portata a lavorare principalmente con adolescenti e adulti con diagnosi di disturbo borderline, sia all’interno di alcune comunità, sia all’ospedale San Raffaele, conducendo gruppi. La collaborazione con un CPS dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda la ha arricchita facendola partecipare ad un progetto relativo alla cura della sindrome ansioso-depressiva in soggetti over 65 anni, permettendole di formare un gruppo di supporto psicologico. L’interesse per i disturbi alimentari la ha portata a formarsi sulla mindful eating e a collaborare con alcuni nutrizionisti. Ha lavorato all’interno di alcune comunità educative occupandosi di rapporti di coppia e di relazioni tra genitori e figli. Collabora con associazioni che si occupano della tutela delle donne vittime di violenza.

Francesco Rizzo

Referente dell’Osservatorio per il sito Internet della rivista
Psicologo, psicoterapeuta COIRAG in formazione, sta maturando la sua professionalità all’interno dei servizi psichiatrici dell’area padovana come titolare di trattamenti psicoterapeutici individuali e gruppali. Come cultore della materia, si adopera per una psicoanalisi in grado d’indirizzarsi con profitto alla modernità e ai suoi fenomeni. Di suo particolare interesse, in tal senso, è il rapporto tra uomo e macchina, psicologia e nuove tecnologie, al cui riguardo ha anche pubblicato un piccolo saggio, Perché non mi rispondi? Psicologia e psicopatologia dei contatti frequenti con il cellulare.

Simone Schirinzi

Referente dell’Osservatorio per la ricerca sulle riviste nazionali
Psicologo con una formazione clinica che si è andata costruendo su due binari: uno con i disturbi psicotici e borderline, all’interno dei contesti istituzionali di comunità terapeutiche o socio-riabilitative; l’altro con i disturbi dell’infanzia, della preadolescenza e dell’adolescenza, all’interno del contesto scolastico e privato.

Maria Grazia Sireci

Referente dell’Osservatorio per la sezione Percorsi
“Sin dai tempi dell’università ho sempre pensato che “individuo” e “gruppo” all’interno di uno stesso continuum, rappresentino punti diversi e dunque attraverso la formazione prima e poi l’attività lavorativa, ho sempre cercato di tener presente questo, procedendo di pari passo, con reciproco arricchimento”. Dopo la laurea in psicologia, conseguita nel marzo 2004, si è avvicinata alla pratica clinica in contesti grippali residenziali e all’interno dei Servizi, in particolare con gruppi per pazienti alcooldipendenti e tossicodipendenti, cercando nel contempo di non perdere di vista quella che è sempre stata una delle sue passioni, il lavoro con l’età evolutiva. Attualmente si ritrovo a svolgere la mia attività in abito prevalentemente privato nella zona del padovano come psicologa e psicoterapeuta individuale e di gruppo e, soprattutto grazie all’esperienza fatta in Coirag, presso la quale si è specializzata nel 2011, ha avuto modo di constatare come il pensiero del gruppo si costituisca grazie all’interazione degli individui e il pensiero dell’individuo si moduli grazie al lavoro di gruppo.