L'immaginario collettivo tra campo psichico e campo sociale

L'immaginario collettivo tra campo psichico e campo sociale

E’ stato pubblicato in esclusiva sul portale Psicologia-Psicoterapia.it l’articolo “L’immaginario collettivo tra campo psichico e campo sociale” a cura del Dott. Antonino Aprea, Preside della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia psicoanalitica della Coirag. 

“L’immaginario di una comunità professionale può perdere la coscienza del proprio possibile quando costringe il meglio delle sue energie nell’attività di officiare lo stanco rituale del probabile, della ripetizione del noto, dell’ortodossia che diventa valore in sé, una sorta di pratica autoconsolatoria e rassicurante o, al più, un distintivo identitario. Il rischio è quello di una psicoterapia in cerca di collocarsi e accreditarsi nei mercati ancora disponibili (sempre più ristretti ed elitari) piuttosto che tentare di riguadagnare un ruolo attivo e dialettico in quel sociale che progressivamente ne denuncia l’irrilevanza. […] La mia tesi è che nel salto d’epoca che viviamo per andare veramente a fondo clinicamente, professionalmente, formativamente dobbiamo saper estendere. Estendere il campo della nostra ricerca, estendere lo sguardo ad altri ambiti disciplinari, saper ampliare quando è necessario i campi terapeutici, allargare la partecipazione alla nostra vita scientifica ai giovani colleghi molte volte impegnati in maniera solitaria e tenace su nuovi fronti clinici e conoscitivi.” (Introduzione al Seminario della Sede di Roma della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia psicoanalitica della COIRAG: “Clinica psicoanalitica e mondo sociale contemporaneo: la fine di un’epoca?” – Roma 18.01.2020)

Si ringrazia la redazione di HT Psicologia-Psicoterapia per la pubblicazione. Per leggere l’articolo cliccare in questa pagina