Interventi clinici nella pluralità dei contesti di cura.

OBIETTIVI:

 

  • Conoscere in maniera approfondita l’elaborazione teorico/metodologica della psicoterapia psicoanalitica e dell’analisi di gruppo.
  • Conoscere in maniera approfondita i principi che governano il ragionamento clinico e la costruzione e gestione dei progetti terapeutici in Gruppoanalisi, Analisi di Gruppo, Psicodramma e Analisi Istituzionale.
  • Saper assumere in prima persona la responsabilità etica, deontologica e giuridica di progetti terapeutici individuali, di gruppo e multi-personali coerenti con il modello formativo espresso nella Scuola nella pluralità dei contesti di cura.
  • Sapersi collocare attivamente e responsabilmente in equipe multi-professionali sviluppando una capacità di visioning plurale della situazione clinica e sapendo proporre in maniera fondata le proprie argomentazioni cliniche, diagnostiche e progettuali.
  • Saper utilizzare la clinica e la teoria in un processo di rimando circolare teso all’approfondimento continuo, alla decostruzione sistematica di stereotipie di  modalità di lettura del materiale clinico e all’interiorizzazione critica ed eticamente consapevole di concetti e competenze procedurali.
  • La tesi di specializzazione, prevista alla conclusione del percorso formativo, dovrà essere espressione articolata e scientificamente fondata delle competenze descritte.
  • Essere capaci di apprendere dal paziente e dalla riflessione critica e continua sulla propria pratica clinica.
  • Coltivare l’aspirazione a sviluppare uno stile professionale soggettivo sapendo approfondire, integrare e rielaborare in maniera originale e critica gli apporti dei saperi analitici, umanistici e sociali utili nel proprio lavoro terapeutico.
  • Cogliere in maniera più lucida il desiderio personale che sostiene il proprio agire terapeutico sapendolo mettere in tensione con la dimensione ed il mandato sociale della professione.
  • Disporsi a coltivare, nel tempo della vita professionale, una formazione continua in percorsi di scambio aperto e plurale.
  • Gruppoanalisi/analisi di gruppo.  Interventi clinici individuali e gruppali.
  • Psicodramma analitico.  Interventi clinici individuali e gruppali.
  • Analisi istituzionale.  Interventi clinici individuali e gruppali.
  • Teorie e metodi dell'osservazione nei gruppi.
  • Discussione casi -in ambito pubblico, privato e privato sociale.
  • Gruppo di tutoring.
  • Osservazione nei gruppi.

Cosa dicono i coordinatori del 4° anno

Maria Teresa Gargano:  “Il quarto anno di formazione porta a compimento un viaggio complesso che esplora e dialoga con la psiche dei singoli, dei gruppi, del collettivo. Muove a nuovi pensieri, alla possibilità di produrre nuove connessioni e con esse nuove trasformazioni generative e prospettiche. Le prospettive professionali -con il rapporto fra teoria, metodo e clinica-  trovano nei setting declinazioni diversamente articolate, ma non per questo meno rigorose”.

Laura Apostolo:  "Nella nostra didattica c'è un complesso processo di valutazione degli insegnamenti e degli apprendimenti e stiamo lavorando per rendere la nostra formazione sempre più attenta agli standard qualitativi".

Luca Pinciaroli: "Carl Gustav Jung diceva che 'Non si raggiunge l’illuminazione immaginando figure di luce, ma portando alla coscienza l’oscurità interiore. Chi guarda fuori sogna, chi guarda dentro si sveglia.' Ecco, credo che la Scuola C.O.I.R.A.G. prepari gli Psicoterapeuti ad essere vigili sognatori".

Giovanna Erika Di Cara:  “la Sede Coirag di Palermo ad oggi ha diplomato circa 350 allievi e mi piace contribuire alla formazione delle future generazioni di Psicoterapeuti analiticamente orientati ”

Chiara Cappetti:  “I nostri allievi sono stimolati e invitati a stare dentro a gruppi e reti di lavoro e questo è un buon allenamento per poter poi lavorare anche e soprattutto  in situazioni terapeutiche con alti gradi di complessità istituzionale ”.

Quarto Anno